Piatti tradizionali istriani di Natale

Dopo l'intervista... la preparazione

In cucina mi piace assaggiare e provare a preparare piatti che vengono da altre culture e tradizioni. Sono curiosa e non mi tiro indietro se si tratta di sperimentare. La mia, la nostra cucina (quella che condivido con mio marito ;-)) profuma di spezie orientali ed erbe aromatiche mediterranee. Nei nostri scomparti trovi alghe e il miso, ma anche riso basmati, trovi formaggi locali, quelli italiani e francesi ed anche il peanut butter. Trovi la marmellata di mele cotogne fatta in casa con le mele dal nostro albero, la malvasia istriana e il prosecco di Valdobbiadene. La nostra cucina profuma di indiano, vietnamita, cinese, arabo, giapponese ma anche di regionale italiano. Il profumo è sempre genuino. In cucina ci piace sperimentare, provare, assaggiare, degustare, tuffarci nelle gastronomie fino a poco tempo fa sconosciute, aprire le nostre papille gustative a nuovi mondi. È un modo per noi di conoscere quei posti dove non siamo mai stati, di incontrare sapori e profumi nuovi, in un certo senso di viaggiare stando tra I nostri fornelli.

Ingredienti di un  tipico pranzo della vigilia istriano

 

Ma quest’anno per diversi motivi (vedi stesso blog parte 1) ho deciso di rispolverare quello che è a kilometro zero, cioè la cucina tradizionale istriana, e questa volta in particolare le pietanze di Natale.

Le materie prime al mercato di Pola

È il mercato di Pola, uno dei miei posti preferiti nella mia città natia e sul quale ho già speso qualche parola nel blog……, il posto da dove comincia questo piccolo ricettario natalizio.

È propio qui che ho acquistato le materie prime per le mie pietanze. Qui scelgo di aspettare pazientemente in fila al freddo per acquistare i krauti proprio da quella signora che li produce a kilometro zero e non mi pesa aspettare come neanche a nessuno che sta in fila dopo di me. Abbiamo la consapevolezza di comprare qualcosa di buono, di locale, da quella signora che ogni mattina viene li al mercalo all’aperto anche se piove, tira la bora o fa caldo. Vengo qui dal mio macellaio di fiducia e dalla signora che mi vende le uova da galline allevate a terra. Vengo qui dove chi produce mi può raccontare la storia del suo prodotto. Il supermercato questo non me lo può offrire.

Mercato di Pola a Natale

Dal mercato di Pola mi sono trasferita nella mia cucina dove tutte queste materie prime si sono trasformate in un pranzo per la vigilia di Natale e per il pranzo di Natale. La preparazione di questi piatti è stato un lavoro di squadra che insieme a mia madre che porta con se una lunghissima esperienza nella cucina tradizionale istriana e con mio marito che in tutti I piatti contribuisce con il suo tocco raffinato ha portato ad un risultato davvero eccezionale!

E adesso in cucina!

Per la vigilia di Natale abbiamo preparato come da tradizione :
Manestra sa slancem (minestra di ceci) – è una tipica minestra densa a base di fagioli passati e ceci interi
Posutice sa bakalajom (pasta con baccalà) – è una tipica pasta fatta a quadrattini che viene servita con il sugo di baccalà in bianco arricchito con sarde sotto sale e olio d’oliva

Posutice, tipica pasta dell'Istria, con il baccala' in bianco

Tipica minestra di ceci Istriana - Maneštra -

 

Per il pranzo di Natale abbiamo servito:
Fuzi sa sugom od kokose (pasta con sugo di gallina) – i fuzi sono una tipica pasta istriana con forma caratteristica, vedi foto sotto, servita con il sugo di gallina
Kapuz sa mesom (krauti con carne) – tradizionale piatto che viene cucinato mettendo insieme i krauti con la carne di maiale e di manzo
Fritule (fritelle) – come dice il nome stesso è un dolce fritto della tradizione che viene servito tutto l’anno

 

 

Tipica pasta Istriana, Fuži, con il sugo di gallina

 

I cappucci fermentati con la carne

 

Le frittelle istriane

 

Tutto questo a prova di foto è stato realizzato con le nostre mani!

Porto qui sotto solo una ricetta delle sopra elencate, questa volta Fuzi sa sugom od kokose (pasta con sugo di gallina), leggermente diversa dall’originale, perchè ahime’ al giorno d’oggi non è mica più così facile trovare la gallina che una volta si usava per il sugo. Invece della gallina vecchia che fa buon brodo, ma anche un buon sugo, abbiamo usato il pollo con risultato molto buono!

Una ricetta per voi

I FUZI

I fuzi sono una tipica pasta all’uovo istriana di forma tubolare. Ai fuzi ed alle altre paste tradizionali viene dedicata una sagra che si svolge ogni anno a luglio nel borgo di Žminj (Gimino).

Per I fuzi serviranno: Farina bianca, pizzico di sale, 1 uovo, un pò di acqua, mattarello, ferro per lavorare la maglia e tanta pazienza.

 La fontana di farina per la preparazione dei fuži e delle posutice  La sfoglia per i fuzi  I Fuži pronti per essere cucinati

 

Eh si, perchè una volta fatto l’impasto con farina, uovo, sale e acqua, lasciato li a riposare per un’oretta, stirato l’impasto con il mattarello, tagliato a quadrettini 3x 3 cm l’impasto, si deve procedere con il ferro. Il ferro da maglia serve per fare la forma dei fuzi in questo modo: prendi un angolo del quadrettino d’impasto, ci appoggi il ferro, premi con il dito indice e fai rotolare l’impasto sul ferro fino ad arrivare al prossimo angolo in diagonale. Capito?

Come preparare i fuži con il ferro da maglia

IL SUGO DI GALLINA

È un sugo fatto di pezzi di gallina o gallo cucinati in umido e che viene tradizionalmente accompagnato dai fuzi o dagli gnocchi.

Per il sugo serviranno: pezzi di gallina (o pollo in mancanza della gallina vecchia), coscie, schiena, cipolla, aglio, sale, pepe, pomodoro, rosmarino.

Preparazione del sugo di gaallina per i Fuži

 

Innazitutto cucini la cipolla tagliata fine piano piano insieme all’aglio. Attenzione a non bruciarla o cucinarla troppo poco perchè potrebbe risultare pesante pe la digestione. Poi aggiungi al soffritto di cipolla i pezzi di gallina ed il pomodoro e li fai cucinare a fuoco basso per 1-2 ore. 

 

Il sugo di gallina pronto per i Fuži

Durante la cottura puoi aggiungere il fumetto e del vino bianco e naturalmente non ti scordare del pepe e del rosmarino.

Buon appetito!

Queste ricette, come tante altre fanno parte della mia terra. Loro sono I sapori che trovi nei piatti
della tradizione e sono nello stesso modo I profumi che risvegliano in te ricordi d’infanzia e ti fanno sentire a casa. Queste ricette sono storie di persone e luoghi, sono storie del lontano passato ma anche di quello più recente.

Siete pronti a tuffarvi con me in questa nuova avventura di gusti, sapori e profumi? Apro ufficialmente con questo blog una sezione nuova dal nome ENOGASTRONOMIA ISTRIANA.
Allora a presto con qualche nuova vecchia storia mangiarecca e bevereccia!